26 Mag, 2023
Trento – Ancora una volta JJ4 e MJ5 sono salvi grazie a LNDC Animal Protection
26 Mag, 2023
Trento – Ancora una volta JJ4 e MJ5 sono salvi grazie a LNDC Animal Protection

Dopo i decreti emessi dalla Provincia autonoma di Trento per uccidere JJ4 e MJ5, nella giornata di ieri il Tar di Trento ha ascoltato in udienza le ragioni di LNDC Animal Protection in difesa di questi animali e oggi si è pronunciato sospendendo nuovamente gli ordini di abbattimento.

JJ4 e MJ5 sono di nuovo salvi, per il momento. Nella giornata di ieri, il Tar ha ascoltato in udienza le ragioni di LNDC Animal Protection, rappresentata da Michele Pezone – Responsabile nazionale Diritti animali dell’Associazione -, che ha fatto valere punto per punto i motivi per i quali questi orsi non devono essere uccisi, essendo l’abbattimento una extrema ratio che può essere presa in considerazione solo in assenza di valide alternative.

Per il momento siamo soddisfatti di questa nuova presa di posizione da parte del TAR. Fino al 27 giugno, JJ4 e MJ5 non potranno essere uccisi dalla Provincia autonoma di Trento che si ostina a volerli sopprimere nonostante l’orso sia una specie particolarmente tutelata a livello comunitario.

Piera Rosati – Presidente LNDC Animal Protection

Ora, con questa nuova sospensione, le Associazioni di protezione animali, che avevano presentato delle soluzioni alternative per la detenzione degli orsi, avranno tempo fino al 27 giugno per depositare gli approfondimenti richiesti per portare in salvo gli animali in un rifugio sicuro.Il 14 dicembre invece si terrà l’udienza di merito davanti al Tar.

Dal canto nostro, sono anni che seguiamo le vicende degli orsi in Trentino e ci battiamo per loro a colpi di provvedimenti di sospensione. Il nostro impegno ha continuato a dare risultati e ne andiamo fieri. Noi perseveriamo nel difendere tutti gli orsi trentini e non molleremo la presa finché non sapremo che questi animali sono al sicuro e protetti come avrebbero sempre dovuto essere.

Piera Rosati – Presidente LNDC Animal Protection

Vogliamo ribadire ancora una volta a gran voce che la gestione della fauna selvatica protetta, e in particolare di quelle specie particolarmente tutelate a livello europeo, è di competenza dello Stato. Il Ministero dell’Ambiente, che sorprendentemente si è costituito in giudizio eccependo il proprio difetto di legittimazione e la mancanza di competenze in questa vicenda, dovrebbe rivendicare il proprio ruolo nella gestione degli orsi trentini che, dati i trascorsi, non può più essere di competenza della Provincia Autonoma di Trento. Non c’è più tempo, il Ministero deve concretamente dare il proprio contributo nella individuazione di una struttura e quindi di una soluzione alternativa all’abbattimento, tanto più che, nelle scorse settimane, si era pubblicamente impegnato a fornire aiuti concreti per la gestione di questi orsi.

Michele Pezone, Responsabile nazionale Diritti animali LNDC Animal Protection

Altri articoli:

Queste sono le azioni che ci vedono in prima linea, aiutaci a proseguirle

Restiamo in contatto

Segui le nostre azioni i difesa degli animali

Share This